Normativa F-gas, tutto quello che c’è da sapere!

Aggiornamenti

Richiedi un preventivo gratuito

Cosa è la normativa F-gas

La normativa F-gas (D.P.R. n. 146 del 16 novembre 2018) regola tutto ciò che riguarda la gestione dei gas fluorati ad effetto serra, disciplinando, in particolare:

  1. il Registro telematico nazionale delle persone e delle imprese certificate, che assicura, a  tutti i soggetti interessati, informazioni accessibili e fruibili relative alle procedure richieste dal relativo decreto e ne garantisce la trasparenza
  2. la costituzione e la gestione di una Banca Dati per la raccolta e la conservazione delle informazioni relative alle vendite di gas fluorurati a effetto serra e delle apparecchiature, nonché alle attività di installazione, manutenzione, riparazione e smantellamento di dette apparecchiature
  3. l’etichettatura delle apparecchiature
  4. le autorità e gli organismi di controllo competenti.

L’attuale Decreto, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 9 gennaio 2019, attua il Regolamento Europeo n. 517/2014 sui gas fluorati ad effetto serra, abrogando il Regolamento UE 842/2006 e il precedente D.P.R n.43 del 27/01/2012.

 

Cosa prevede il regolamento UE

Il Nuovo Regolamento UE si è reso necessario a seguito dell’ultima Analisi sui cambiamenti climatici delle Nazioni Unite che invita i Paesi sviluppati a ridurre notevolmente le emissioni di gas a effetto serra per limitare l’aumento della temperatura del Pianeta e prevenire, in tal modo, effetti indesiderati sull’ambiente.

Per raggiungere questo obiettivo, la Commissione Europea ha adottato una tabella di marcia verso la loro diminuzione, stimando un meno 72-73% entro il 2030 e meno 70-78% entro il 2050.

Nello specifico, ha stabilito precise disposizioni in merito a:

  • le attività di contenimento, uso, recupero e distruzione dei gas fluorurati a effetto serra e i provvedimenti accessori connessi
  • le condizioni per l’immissione in commercio di prodotti e apparecchiature che contengono o il cui funzionamento dipende da gas fluorurati a effetto serra
  • i limiti quantitativi per l’immissione in commercio di idrofluorocarburi.

Per rendere efficaci tali misure, gli stati membri dell’Unione Europea sono tenuti a monitorare le emissioni e a normare tutte le procedure per la formazione e la certificazione degli Operatori del settore, oltre che il mantenimento del Registro e della Banca Dati.

 

Cosa cambia con la normativa per la dichiarazione F-gas

A decorrere dal 24 gennaio 2019, data di entrata in vigore del D.P.R. n. 146/2018, risulta abrogato l'obbligo della Dichiarazione F-Gas, cioè della comunicazione ad ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale), entro il 31 maggio di ogni anno, delle informazioni riguardanti le quantità di emissioni in atmosfera di gas fluorurati. In sostituzione di tale tipologia di trasmissione, viene istituita la Banca Dati sopra citata.

Rimane, quindi, assolutamente obbligatorio:

  1. controllare le perdite dalle apparecchiature contenenti gas fluorurati a effetto serra
  2. recuperare i gas fluorurati a effetto serra
  3. effettuare riparazioni e manutenzioni delle apparecchiature in oggetto
  4. smantellare in maniera adeguata strumenti e materiali inadeguati o inutilizzati
  5. registrare tutte le operazioni e informazioni inerenti la gestione degli F-Gas entro 30 giorni dall’intervento.

Infine, è nuovamente ribadito che le imprese e i tecnici che svolgono le attività di installazione, riparazione, manutenzione, assistenza o smantellamento di apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d’aria, pompe di calore fisse e apparecchiature di protezione antincendio contenenti gas fluorurati a effetto serra devono essere certificate dall’organismo preposto al fine di poter effettuare tutte le procedure necessarie. 

 

Che cosa sono i gas fluorurati

Gli F-Gas sono Gas Fluorurati ad effetto serra che, utilizzati in vari campi di applicazione, sono considerati dannosi per l'ozono atmosferico; essi sono stati presi in considerazione in occasione del Protocollo di Kyoto e, successivamente, inseriti in specifici Regolamenti con l'obiettivo di ridurne le emissioni tramite azioni e misure adottate dalla fase di produzione sino a fine vita delle apparecchiature che li contengono.

Tra essi ritroviamo gli idrofluorocarburi (HFC), i perfluorocarburi (PFC), l’esafluoruro di zolfo (SF6), altri gas a effetto serra contenenti fluoro o miscele contenenti una qualsiasi di tali sostanze.

 

Assistenza impianti e F-Gas con Emmetre

Col Decreto Legislativo 5 dicembre 2019, n 163 sono state introdotte importanti sanzioni amministrative (dai 10.000€ ai 100.000.000€) per chiunque rilasci intenzionalmente gas ad effetto serra in ambiente e manchi o affidi a imprese non certificate l’esecuzione delle attività F-Gas richieste dalla normativa.

Emmetre Clima Service è in possesso di Certificazione F-Gas dall’entrata in vigore del Regolamento Europeo 303/2008 e rinnova annualmente la sua formazione e attestazione.

Il Personale è abilitato e certificato per i servizi di installazione, manutenzione e riparazione, per il recupero dei refrigeranti e il controllo delle perdite su apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento dell'aria e pompe di calore che contengono più di 3kg di refrigerante e per l’inserimento delle relative informazioni nella Banca Dati nazionale.

 

Richiedi informazioni

Compila il form per richiedere informazioni,
un preventivo personalizzato o una consulenza